PREMIAZIONE "1000 ORTI A KM 0"

30 Apr 2015

 

 

Il progetto si connota per il suo valore di misurato equilibrio tra soluzione architettonica, valore paesaggistico e proposta orticola, rappresentando l’ideale connubio che, al di fuori di specificità eccezionali del contesto, potrebbe realmente condurre ad una “rivoluzione” verde per Milano.

L’attenzione ai punti di vista e alle relazioni urbane di scala ampia sottointende l’orto pensile come luogo di aggregazione della comunità, che, in quelle si riconosce e che su quelle si affaccia.

La “parcellare” suddivisione dell’ideale lotto in copertura, ricalca la storica partizione del verde produttivo domestico, rappresentando immediato e iconico richiamo al soggetto principe del concorso: l’orto.

Le soluzioni costruttive e le pratiche orticole conseguentemente possibili, per dimensioni e sviluppi, rendono effettivamente ipotizzabile, col moltiplicarsi della proposta qui avanzata, un futuro di significativa produzione a “km 0” come tratto caratteristico della città di Milano. Con ciò, concorrendo al recupero, in chiave aggiornata, della sua antica identità storica.”

 

Con queste parole il vicesindaco di Milano, Ada Lucia De Cesaris, ha consegnato il primo premio per la sezione "professionisti", al gruppo composto da Stefano Moscatelli, Barbara Cavalieri, Simona Basilico e Paolo Galimberti, per il concorso "1000 orti a km 0 per Milano"

 

vedi il progetto

 

 

"The project is characterized by its value as measured balance between architectural design, landscape value and horticultural proposal, representing the ideal combination that, outside of exceptional specificity of the context, could actually lead to a green " revolution " for Milan.

The attention to the views and to the relationship of large urban scale conceives the roof garden as a meeting place for the community.

The "plot" subdivision of the ideal lot of the roof, traces the historical partition of the green domestic production, representing an immediate and iconic reminder of the main subject of the competition: the vegetable garden.

The construction and the horticultural choices, possible in size and development, according with the proliferation of the proposal studied,  allows a future of significant "km 0" production as a characteristic feature of the city of Milan contributing to the a revised recovery, of its ancient historical identity. "

 

With these words, the deputy mayor of Milan, Ada Lucia De Cesaris, awarded the first prize for the "professionals" sector, the group composed by Stefano Moscatelli, Barbara Cavalieri, Basilico Simona and Paolo Galimberti, for the competition "1000 orti a km 0 per Milano"

 

the project

 

 

Please reload

architettura e design

Post recenti

Studio Moscatelli @Festival del Legno 2019

13 Sep 2019

AGORA' IN LIBERTA' - I Premio - Concorso Piazza Libe...

28 Jun 2019

AGORA' IN LIBERTA' - Progetto finalista - Concorso...

27 May 2019

TERRAGNI E IL QUARTIERE DI REBBIO @ MECI 2019

28 Mar 2019

SPAZI PUBBLICI A SHANGHAI @ Casabella n. 894

26 Feb 2019

GLI SCHIZZI E GLI ACQUERELLI DI PETER WILSON @ Il disegno di...

27 Nov 2018

ALYLA YANGHSUO @ Arketipo

20 Nov 2018

FESTA DEL LEGNO: Itinerario GM100

12 Sep 2018

1/1
Please reload

POST RECENTI